top of page
Cerca

Sindrome da sospensione da imbracatura: cosa sapere

La sindrome da imbracatura, conosciuta anche come sindrome da sospensione , è una condizione clinica a possibile evoluzione mortale, che si verifica quando una persona resta sospesa nel vuoto assicurata ad un imbrago tramite fune o cordino e si aggrava ulteriormente nel caso in cui la persona perda conoscenza per un qualsiasi motivo magari legato alla caduta stessa.


È quindi un rischio in cui può incorrere qualunque operatore che si trovi a svolgere un lavoro in quota, anche se provvisto di tutti i dispositivi di protezione necessari e attento a ogni aspetto relativo alla sicurezza.


Vediamo quindi cosa si tratta e cosa è necessario sapere al riguardo.

Operatore appeso con imbracatura
Sindrome da sospensione con imbracatura

Cos’è la sindrome da sospensione da imbracatura


Questa particolare sindrome puo’ provocare gravi problemi di circolazione e problemi di “intossicazione degli organi” portando anche all’arresto totale della circolazione del sangue e quindi alla morte .. Infatti, se si associa la persona appesa alla perdita di coscienza, il sangue non riesce ad arrivare dove dovrebbe e il rischio di non irrorare parti vitali dell’operatore è alto.

Questa problematica insorge a causa della compressione esercitata dall’imbrago sul corpo “appeso”, che fa diminuire la pressione arteriosa e ovviamente ancor di più quella venosa , determinando quindi un’ insufficienza cardiocircolatoria o ischemie , embolie etc..


Sicurezza e linea vita, è sufficiente?

Per ridurre i rischi durante i lavori in quota è obbligatorio dotarsi di dispositivi di sicurezza idonei alla situazione, così sancisce la legge italiana con il D.lgs 81/08. Tra le attrezzature più efficaci rientrano i sistemi di ancoraggio come per esempio i parapetti, gli ancoraggi puntuali e le linee vita.


La linea vita trattiene l’operatore in caso di scivolamento in modo che non cada e non colpisca il suolo o gli ostacoli sottostanti in caso di incidente.


Qualora però, per qualsiasi motivo, l’operatore dovesse cadere al di fuori della copertura e perdere conoscenza si potrebbe incorrere proprio la sopracitata SINDROME DA SOPENSIONE, oltre ad eventuali lesioni dovute all’impatto con porzioni di edificio o balconi o oggetti .


Sindrome da sospensione da imbracatura: cosa fare

Cosa fare, quindi, se un lavoratore rimane sospeso in quota?


La prima cosa da fare nel minor tempo possibile è allertare i soccorsi e possibilmente calare la persona senza mai togliere subito del tutto il peso del corpo dall’imbrago , in modo che il sangue ricominci a circolare molto lentamente cercando di scongiurare il più possibile i problemi sopracitati.

Commentaires


bottom of page