top of page
Cerca

La sicurezza in cima alle priorità: la differenza tra i diversi tipi di elmetti di protezione

Nel mondo dell'edilizia, la sicurezza dei lavoratori è una priorità assoluta.


La natura del lavoro in cantiere comporta molteplici rischi, e la protezione della testa è fondamentale.


Gli elmetti, o caschi, rappresentano un elemento cruciale per la sicurezza dei lavoratori edili.


Elmetti da lavoro con ortoprotettori
Alcuni elmetti di protezione individuale

Si tratta, infatti, di dispositivi di sicurezza certificati secondo la normativa CE EN 397 e hanno l'obiettivo di proteggere la testa dalla caduta di oggetti dall'alto, oltre che evitare danni dovuti ad urti accidentali.


Soprattutto per chi lavora in quota, in fune o negli spazi confinati, è indispensabile indossare questo DPI in modo corretto e conoscere le differenze che intercorrono tra le diverse tipologie.


1. Elmetti di base: protezione essenziale


Gli elmetti di base sono la prima linea di difesa per i lavoratori edili.


Sono progettati per proteggere la testa dai rischi comuni sul cantiere, come cadute di oggetti, urti accidentali e lesioni alla testa causate da travi o materiali.


Questi elmetti sono realizzati in plastica dura e presentano una struttura robusta e leggera.


Tecnoliving raccomanda l'uso di elmetti di base durante tutte le attività edili standard. Tuttavia, è essenziale prestare attenzione alla qualità del casco e assicurarsi che sia certificato secondo le normative di sicurezza in vigore. La protezione di base non dovrebbe mai essere sottovalutata, poiché può prevenire lesioni gravi o fatali.


2. Elmetti con visiera integrata: protezione oculare aggiuntiva


In certi casi, i lavoratori edili possono essere esposti a particolari rischi per gli occhi, come schizzi di materiali o polvere. Per affrontare queste situazioni, vengono utilizzati elmetti con visiera integrata, che offrono una protezione aggiuntiva per gli occhi, consentendo ai lavoratori di svolgere le loro mansioni senza dover indossare ulteriori dispositivi di protezione oculari.


La visiera può essere sollevata quando non è necessaria, il che rende questi elmetti versatili e comodi da indossare. Tuttavia, è fondamentale assicurarsi che la visiera sia realizzata con materiali trasparenti di alta qualità per garantire una visione chiara e senza distorsioni. Tecnoliving sottolinea l'importanza di cambiare la visiera se diventa graffiata o opaca, poiché ciò potrebbe compromettere la sicurezza visiva del lavoratore.


3. Elmetti con protezione acustica: prevenire il danno uditivo


L'edilizia spesso coinvolge macchinari rumorosi e ambienti ad alto livello di rumore. Per proteggere l'udito dei lavoratori, vengono utilizzati elmetti con protezione acustica integrata. Questi caschi sono progettati per ridurre il livello di rumore che raggiunge l'orecchio del lavoratore, aiutando a prevenire danni uditivi a lungo termine.


La protezione acustica può essere particolarmente cruciale in cantieri dove vengono utilizzati macchinari pesanti o strumenti rumorosi.


Tecnoliving consiglia l'uso di elmetti con protezione acustica quando i livelli di rumore superano le soglie di sicurezza e quando non è possibile utilizzare altre misure per ridurre il rumore sul posto di lavoro.


4. Elmetti con illuminazione integrata: lavorare in sicurezza al buio


In alcune situazioni, i lavori edili possono richiedere di operare in condizioni di scarsa illuminazione o addirittura al buio.


Gli elmetti con illuminazione integrata sono progettati per affrontare questa sfida. Sono dotati di lampade a LED integrate, che permettono ai lavoratori di vedere chiaramente anche nelle condizioni più oscure.


Questi elmetti sono utili per lavori notturni, in cantieri sotterranei o in qualsiasi ambiente dove la luce naturale sia limitata. La capacità di vedere chiaramente è essenziale per prevenire incidenti e mantenere la produttività.

Tecnoliving suggerisce di utilizzare elmetti con illuminazione integrata solo quando è strettamente necessario e di assicurarsi che le lampade siano cariche e funzionanti prima di iniziare il lavoro.


5. Elmetti per lavori specializzati: adattarsi alle esigenze del compito


Oltre ai tipi di elmetti menzionati, esistono caschi specializzati progettati per mansioni specifiche. Ad esempio, i lavoratori che operano con sostanze chimiche pericolose possono utilizzare elmetti chimici resistenti agli agenti chimici corrosivi. Inoltre, ci sono elmetti resistenti alle alte temperature per chi lavora in ambienti con elevate fonti di calore.


Tecnoliving sottolinea l'importanza di scegliere il tipo di elmetto adatto alle esigenze del compito. Utilizzare un elmetto inadatto potrebbe mettere a rischio la sicurezza del lavoratore.


È fondamentale che i lavoratori siano formati adeguatamente sull'uso e la manutenzione degli elmetti specifici per la loro attività.


La scelta del tipo di elmetto giusto dipende dalle esigenze specifiche del lavoro e dai rischi associati.

Risulta indispensabile, in questo contesto, che il casco sia allacciato con apposita cinghia sottogola, l'elmetto deve garantire la possibilità e la capacità di sganciarsi nel caso in cui la pressione sulla cinghia sottogola superi i 50 kg, evitando così strangolamenti.


Ciò che caratterizza il casco, oltre alla calotta e alla cinghia sottogola, è la struttura interna che deve garantire uno spazio vuoto tra la calotta interna e la testa di circa un paio di centimetri, e deve potersi regolare.


Tecnoliving, con la sua esperienza nella progettazione di sistemi anticaduta e nella formazione sulla sicurezza sul lavoro, consiglia di non sottovalutare mai l'importanza di indossare l'elmetto giusto per la situazione, poiché può determinare la differenza tra la vita e la morte sul cantiere.







Σχόλια


bottom of page